Il caffè come preworkout, funziona?

Coffee addicted a rapporto, il caffè è il vostro migliore amico anche prima di affrontare un workout. Come, cosa e perché ve lo spieghiamo in questo articolo!

Vi capita di dover allenarvi dopo una giornata stancante e a questo si aggiunge la sola voglia di tornare a casa? Oppure cercate un tonico per aumentare le vostre prestazioni fisiche?

A entrambi i casi risponde la stessa soluzione: il caffè. O meglio la caffeina, che si trova nel caffè ed è un alcaloide che svolge tutte quelle funzioni che ci permettono di non rimanere degli zombie di prima mattina.

Le principali proprietà della caffeina che la rendono così insostituibile in diverse occasioni sono:

  • Aumenta la reattività e la connessione sistema nervoso – muscolo
  • Aiuta la digestione attraverso la stimolazione della produzione di acidi
  • Aumenta la frequenza cardiaca: quindi quasi immediatamente vi troverete attivissimi
  • Dilata i vasi sanguigni permettendo un maggior afflusso di sangue
  • Ottimo per aumentare e facilitare il metabolismo dei grassi

Insomma, sembra quasi che chi beve caffè diventi un super eroe pronto a spaccare il mondo. Ora, si forse si, ma un po’ come tutte le droghe il corpo tende ad assuefarsi col tempo e dunque anche l’azione tonificante del caffè, ecco perché un consumo mirato ne ottimizzerebbe e sfrutterebbe al massimo le potenzialità che questa bevanda ha nei confronti del nostro corpo.

In particolare, chi ha bisogno di dimagrire, chi vuole aumentare e migliorare le prestazioni fisiche soprattutto in una giornata un po’ affaticata in partenza o chi semplicemente ha bisogno di energia pressoché istantanea prima di affrontare un workout, ecco, per chi appartiene a queste categorie la soluzione è una semplice ed efficacissima tazzina di espresso.

In particolare, nell’utilizzo del caffè e quindi della caffeina come boost prima di un workout si consiglia di assumerne una tazzina 15 minuti prima ed eventualmente un’altra dose dopo i 45 minuti.

Ci sono controindicazioni?

Si, come in tutte le situazioni la soluzione sta nell’equilibrio: questo per quanto riguarda le dosi. Infatti la dose giornaliera massima consigliata è di 4 tazzine, ma ricordatevi che chi assume caffeina è soggetto a disidratazione. L‘idratazione per altro è di fondamentale importanza per chiunque ma soprattutto per chi fa sport e chi deve dimagrire, per riequilibrare il bilancio idrico allora si consigliano di considerare di aggiungere 2 bicchieri d’acqua per ogni tazzina di caffè.

Una categoria di soggetti per i quali invece la caffeina non è assolutamente consigliata è quella di chi soffre di problemi all’apparato digerente come ulcera, colite, sindrome del colon irritabile o chi soffre di ipertensione arteriosa o di emorroidi.