Feste natalizie: istruzioni per l’uso

Per chi sta seguendo un regime alimentare, l’avvicinarsi delle feste natalizie fa crescere spesso dubbi su come riuscire a combinare al meglio eventi e dieta. Ecco dei semplici ed efficaci consigli per affrontare tutto con serenità!

Natale e le altre festività sono alle porte e insieme ad essi anche i dubbi che ci assalgono riguardo alla nostra capacità di gestire in maniera equilibrata le cene con i parenti, in particolare trovare quell’equilibrio tra il godersi la convivialità tipica delle feste natalizie, non pensare costantemente alle calorie che si stanno ingerendo e non vanificare tutti gli sforzi fatti fin a quel momento con palestra e dieta.

In realtà, per fortuna, ci sono tanti piccoli accorgimenti che ti permetteranno di raggiungere proprio quell’equilibrio sperato, naturalmente non senza il vostro impegno, organizzazione e un minimo di controllo. Vi assicuriamo che non si tratta di un’aspirazione impossibile, anzi, credete in voi stessi e sarete in grado di raggiungere qualsiasi obiettivo.

 

  • PRIMA REGOLA: RILASSARSI

E se poi esagero? E se poi rimetto su tutti i chili che avevo perso? E se non saprò darmi una regolata? E se non riuscirò più a tornare indietro?
Calma, non è questo il caso in cui farsi prendere dai patemi d’animo. Siete persone coscienti di quello che volete e di quali sono i vostri obiettivi, convincetevi che non sarà un piatto di cannelloni a far virare totalmente il percorso che avete intrapreso, nè tantomeno il desiderio della nonna di rimpinzarvi a rappresentare un pericolo serio per il vostro equilibrio. Perché andando oltre il concetto di “aumento di peso” spesso il reale motivo che provoca pensieri è l’idea di interrompere una routine sana e, a causa di questa interruzione, sprofondare nuovamente in cattive e poco sane abitudini.
Ricordate dunque che bastano davvero pochi e semplici accorgimenti per poter vivere le feste natalizie e la convivialità in famiglia senza pensarci su troppo.

  • PIANIFICARE GIÀ DA SUBITO

Pochi giorni ci dividono dalle festività ma sono abbastanza per intraprendere sin da adesso qualche strategia per accumulare calorie da poter spendere in tranquillità durante i giorni di festa veri e propri. Nel periodo che intercorre tra fine dicembre e inizio gennaio, i reali giorni chiave dovrebbero essere non più di cinque: Natale, Santo Stefano, 31 Dicembre, 1 Gennaio e il giorno della Befana, dopodiché si torna a regime ordinario. A quanti pasti “liberi” corrispondono questi giorni, in quali pasti posso concedermi davvero tutto e in quali invece posso stare più attenta (se per esempio per la vigilia di Natale so che la cena sarà infinita, allora sicuramente sarò talmente soddisfatta che al pranzo di Santo Stefano posso anche regolarmi di più)? Come gestirò le spiluccate di panettone e/o alcolici che si intervalleranno ai pasti? Semplice, non privatevi del tutto ma magari evitate di mangiare il panettone a fine pasto e lasciatevelo come spuntino tra una giocata e l’altra.

Sin da subito provate delle strategie come il digiuno intermittente o inserite giornate in cui assumete molte meno calorie o, ancora, aumentate di un po’ il dispendio calorico attraverso sessioni di attività fisica, anche se si trattasse solo di cardio o lunghe passeggiate a passo svelto.

  • GESTIRE I GIORNI NON FESTIVI

Cos’altro posso fare proprio durante i giorni di festa? Quando non state trangugiando qualsiasi cosa a tavola con i vostri parenti 🙂 fate riposare il vostro apparato digerente, puntate su pasti semplici composti da una fonte di proteine magra (pesce bianco, carne bianca, soia), tante verdure (grazie alle fibre favoriranno il transito intestinale), condite il tutto con poco olio extravergine d’oliva e affiancate pochi carboidrati. ovviamente limitate al massimo l’aggiunta di sale e aumentate il più possibile la quota idrica, in questo modo permetterete al vostro corpo di riposare e liberarsi più facilmente delle tossine.